• AGGIORNAMENTO del 21/09/2018 ore 11.00

    Dopo la benedizione del Vescovo tenutasi presso la cappella del "cimitero dei lupi", il corpo di Claudio è partito alla volta di Bonea (BN) accompagnato dal papà Massimo, la sorella Flavia, il fratello Tommaso, i parenti più stretti e Don Giambo, il religioso di Bonea e amico di famiglia. La Santa Messa funebre sarà celebrata a Bonea, nella Chiesa San Nicola di Bari sabato mattina, 22 settembre, alle ore 10:30. Mons. Giusti lo ha ricordato con le due poesie che riportiamo in calce (L'aldilà e Quante Volte) affermando che Claudio è già in paradiso.

     

    AGGIORNAMENTO del 20/09/2018 ore 20.00

    Venerdì 21 settembre sarà possibile dare l'estremo saluto a Claudio presso la camera ardente del "cimitero dei lupi" ENTRO le ore 8.30. Chi vorrà, potrà assistere alla benedizione prevista per le ore 9.30.

     

    AGGIORNAMENTO del 20/09/2018

    Da Il Telegrafo leggiamo che "nella giornata di martedì ha bloccato i funerali predisponendo l'autopsia. Gli investigatori vogliono capire esattamente cosa è realmente accaduto e quali siano state nello specifico le cause della morte del ragazzo. Anche perché nella stessa giornata di lunedì Votino era stato ricoverato in ospedale. Poi il ritorno a casa , la crisi e il volo dalla finestra. Dopo l'esame autoptico la salma sarà restituita ai famigliari." 

    Da Il Tirreno apprendiamo che "la Procura ha aperto un fascicolo e disposto ulteriori accertamenti per verificare alcuni aspetti della vicenda, ricostruirla e soprattutto verificare eventuali responsabilità. Il primo atto concreto da parte del Pubblico Ministero Massimo Mannucci è stato quello di aprire un fascicolo, al momento contro ignoti, e disporre l'autopsia sul corpo del quarantenne. A seconda dei risultati che emergeranno saranno effettuati altri accertamenti sulle ultime ore di vita dell'uomo". 


    La comunità parrocchiale è attonita per la triste notizia: il seminarista e amico di tutti i parrocchiani, Claudio Votino è venuto a mancare nelle primissime ore del mattino del 18 settembre 2018. A nulla è valsa la corsa in Ospedale, dopo poco tempo è spirato.

    Claudio Votino

    Claudio, originario di Benevento, più precisamente della Valle Caudina (Bonea) dove vivono ancora oggi i parenti più stretti, da qualche anno era al servizio della Diocesi di Livorno. Aveva dato il suo contributo presso le parrocchie di Santa Lucia ad Antignano, a Sant'Agostino, a Santa Maria del Soccorso e in ultimo a San Sebastiano, dove aveva già conosciuto molti parrocchiani molto tempo addietro.

    Il prossimo passo a novembre di quest'anno, sarebbe stato ordinato diacono. 

    Claudio lo ricordiamo per il suo tono pacato, per il suo timbro caldo e per quella simpatica cadenza campana che svelava le sue origini. Sempre pronto al sorriso e a fornire una parola di conforto, ha partecipato in numerose occasioni alle riunioni mensili delle famiglie che si aprivano con la cena a base di pizza. 

    Claudio era appassionato di poesia, ne scriveva di molte e le donava a chi sapeva potesse apprezzare questo dono. Aveva scritto anche per la rivista Sentieri e per le pagine web del blog della Diocesi (La settimana di Livorno), raccontando la vita di parrocchia a San Sebastiano e arricchendo gli articoli con le sue belle poesie. Aveva scritto una raccolta dei "Commenti Poetici al Vangelo del giorno", dove comparivano pensieri di Enzo Fucci, Davi Maria Turoldo e quelli suoi. Di recente si era adoperato per organizzare una mostra sui disegni, schizzi e studi di Padre Ezio Bertini, nella speranza di tenere vivo il ricordo per il barnabita, l'artista e l'uomo venuto a mancare da poco tempo.

    RIPOSA IN PACE CLAUDIO.

    A momento non è stata definita data, ora e luogo delle esequie. La camera ardente è al momento chiusa e non è possibile dare una saluto a Claudio, seguono aggiornamenti.

    Riportiamo qui alcuni suoi scritti...

     


    L'Aldilà
    È come uno scrigno prezioso
    di cui nessuno
    ha la chiave.
    Non basta l'entusiasmo per aprirlo.
    Occorre l'audacia di essere Veri
    bisognosi d'amore ovunque.
    E quando apparirà il
    Pastore Supremo
    solo quei pochi spiccioli d'amore
    donati senza misura,
    lasceranno che il tempo si fermi e
    lo scrigno si apra.

    ...

    Quante volte
    ho cercato, o mio Dio,
    la tua pace
    ma poche volte ti ho chiamato per nome.
    Ora che tutto sembra buio
    guardo la stella polare
    e nella notte
    mi infrango
    come un'onda
    nel tuo mistero
    Amore.

    ...

    Aspetterò
    e all’improvviso
    apparirà
    quella presenza amica
    che fa fermare il tempo
    lasciare le solite cose
    per assaporare l’eterno
    in una manciata di secondi
    che sconfinano tra il qui
    ed ora
    alla ricerca della
    propria anima
    in ascolto del cuore
    del Mondo

    ...

    Se ci fosse una voce
    oltre l’orizzonte
    se ci fosse uno sguardo
    oltre il visibile
    volerei lontano
    e lì raggiungerei l’ignoto
    Ma prima che tramonti
    il sole
    verrei a cercarti
    per condividere il mio
    viaggio

    ...

    Amami Signore
    come un tuo servitore
    come un amico fidato
    Amami come il sole
    illumina il mondo
    Amami per sempre

     

     

  • Celebrazione del 60° di sacerdozio

    A meno di tre mesi dal cinquantesimo anniversario di sacerdozio del Parroco P.Giovanni Battista Damioli, la nostra parrocchia è nuovamente in festa. Questa volta per una ricorrenza che vale doppio: i sessant'anni di vita sacerdotale di P.Ezio Bertini e P.Giuseppe Motta. Una celebrazione semplice, in famiglia ha ricordato l’importante avvenimento con la S.Messa di ringraziamento nel giorno esatto dell’anniversario, a cui seguirà la Domenica della Divina Misericordia, una festa più conviviale.

Italian English Filipino French German Polish Portuguese Romanian Spanish